Per una mise en place impeccabile

La protagonista della tavola è, senza dubbio, la tovaglia. La tovaglia è un complemento funzionale perché ci consente di preservare le condizioni della tavola ma è, soprattutto, un elemento con una finalità estetica. La scelta della tovaglia varia in base a tanti fattori che dipendono sia dall’occasione in cui quest’ultima deve essere utilizzata, sia dalla struttura del tavolo stesso. Ci sono dunque, parecchie variabili da considerare per avere una tovaglia perfetta e giusta per ogni occasione. Visita il sito e acquista una tovaglia creata su misura.

La prima cosa a cui fare riferimento è sicuramente la forma del proprio tavolo e le sue dimensioni necessarie a stabilire la lunghezza della tovaglia. Infatti, è buona regola che quest’ultima abbia delle cadute laterali uguali su tutti i lati di circa 20-30 cm l’una, in modo tale che non siano né troppo corte né troppo lunghe da causare intralcio. In generale, la selezione per i tavoli quadrati o rettangolari risulta molto semplice in quanto sono le forme più comuni, mentre per i tavoli rotondi bisogna ragionare diversamente. In questo caso, infatti, sarebbe opportuno acquistare una tovaglia creata su misura poiché è molto difficile riuscire a trovarne una già prodotta che si adatti perfettamente. 

In seconda battuta, bisogna capire il tipo di tessuto su cui si vuole puntare. Anche in questo caso dipenderà principalmente dall’evento che si sta ospitando. Parlando della quotidianità e di occasioni più informali, il consiglio è quello di puntare a tessuti realizzati in fibre naturali come il lino o il cotone, proprio il materiale con cui sono prodotte le tovaglie di Losenti. Losenti è un brand giovane leader della sostenibilità nel suo settore, infatti la biancheria del marchio è realizzata interamente con fibre naturali al 100%, quindi oltre a portare in tavola un prodotto esteticamente bello, grazie alla vasta gamma di colori, contribuirai alla salvaguardia dell’ambiente.

Dai tessuti ai colori il passo è breve. Il bianco è sempre stata la soluzione più versatile e comune, quasi tutti in casa posseggono una tovaglia bianca, ma anche giocare con i colori è importante. Con la scelta cromatica ci si può veramente sbizzarrire fermo restando che si facciano abbinamenti guidati sempre dal buon gusto. Si può decidere, per esempio, di creare un accostamento cromatico con la mise en place oppure con i colori dell’ambiente in generale. Sicuramente le sfumature e le fantasie cambieranno anche di pari passo con l’alternarsi delle stagioni: in estate possiamo scegliere dei toni più sgargianti, mentre in inverno quelli più sobri. I colori sono importanti perché in base a quello della tovaglia, andranno selezionati anche quelli degli altri complementi come i tovaglioli e runner.

Per essere sicuri di non sbagliare ci si può affidare a professionisti del settore che sapranno sicuramente darci le giuste dritte per avere una tovaglia perfetta per ogni occasione e accogliere i nostri ospiti nel migliore dei modi, oppure affidati a questa piccola guida e diventa tu l’esperto in materia!         

I must-have del fai-da-te

Mettersi alle prese con chiodi, smerigliatrice e trapano diventa un gioco da ragazzi se oltre a sapere come muoversi si hanno anche gli attrezzi giusti!
Non basta infatti aver montato un mobiletto o ridipinto la cassapanca. Per entrare nel mondo dei fai-da-te serve competenza, voglia di divertirsi e di mettersi alla prova, così ogni successo sarà una soddisfazione per gli occhi e per lo spirito!
E allora, scopriamo insieme cosa non può assolutamente mancare nella cassetta degli attrezzi di un vero addetto al bricolageAcquista ora sul sito online di Giordano Jolly gli utensili giusti per i lavori fai da te.

Attrezzi bricolage: quali sono gli indispensabili

Che siate professionisti o che siate “quelli della domenica” poco importa, dedicarsi al bricolage è un vero e proprio passatempo, che permette di distendere i nervi e aumentare la propria autostima. Vuoi mettere infatti la soddisfazione di mangiare su di un tavolo fatto con le proprie mani? A tal proposito, avere un kit di attrezzi completo e personale è sempre un’ottima cosa. Ciò, infatti, permette di muoversi in maniera autonoma e di effettuare riparazioni e lavoretti in tutta sicurezza. Vediamo quali sono gli utensili giusti per i propri lavori fai da te.

Utensileria manuale: essenzialità a portata di mano

Chiodi, viti, chiave inglese, martello, pinze e tronchesi. Tutto questo e molto altro rappresenta l’utensileria basic che un appassionato di fai-da-te non può assolutamente farsi mancare. È l’abc dell’esperto di bricolage, che in tasca non porta una penna, bensì una vite. Rischiare di necessitare di una chiave a tubo e non averla è il primo step per far terminare un lavoro ancora prima di iniziarlo. A tal proposito, sincerati di avere almeno un set di cacciaviti completo, un set di pinze, taglierino, martello, chiodi e seghetti. 

Elettroutensili: rapidità e comfort a portata di tecnologia

Non solo manualità, il fai da te a volte richieste utensili più tecnologici per rendere il lavoro più preciso e per non rischiare inconvenienti e piccoli incidenti. Gli elettroutensili, infatti, a corrente o a batteria, sono pratici e veloci, permettono di diminuire lo sforzo fisico e riducono i tempi di lavoro. A tal proposito non puoi non ricorrere ad un trapano elettrico per creare fori precisi su svariate superfici o all’avvitatore elettrico. Si tratta di piccoli strumenti che riducono la stanchezza fisica e il tempo di lavoro, e rendono possibile ciò che sembra non esserlo, per esempio forare un pannello di metallo. 

Strumenti di misurazione: la precisione prima di tutto

Come puoi iniziare un lavoro senza prima aver preso le misure e valutato le dimensioni? Semplice, non puoi. Per questo motivo, gli strumenti di rilevazione sono fondamentali per chiunque si approccia al bricolage. Puoi sceglierli digitali o classici, ciò che conta è la precisione. Livella e metro, qui, sono i must have!

Ma più di tutto questo, ad un vero appassionato di bricolage non deve assolutamente mancare un banco da lavoro professionale e sicuro. Sceglilo richiudibile se lo desideri pratico e trasportabile, del materiale che maggiormente preferisci ma che abbia anche il supporto per troncatrici, così sarai un vero bricoleur pronto a tutto e da far invidia al vicino!

In costume anche fuori dalla spiaggia

Durante gli ultimi anni, il costume da bagno è diventato un indumento sempre più versatile. Il suo utilizzo principale resta sempre lo stesso: accompagnarci nelle giornate al mare o in piscina anche se, la nascita di nuove tendenze, ha fatto sì che il bikini venga indossato anche al di fuori del contesto balneare. 

Questo cambio di rotta si deve, principalmente, alla ribalta dei costumi interi, detti anche monokini, che possono funzionare anche da body per creare diversi outfit adatti sia al giorno che alla sera. Se non hai ancora un costume intero, visita il sito Sand Bikini e preparati a sperimentare i tuoi nuovi look per l’estate. 

Scopriamo insieme alcuni abbinamenti che si possono fare con i costumi da bagno interi.

Il costume per un look elegante

Sembra strano ma si può creare un outfit elegante anche indossando un costume. L’abbinamento, in questo caso, può essere fatto con un paio di pantaloni palazzo, magari dal taglio sartoriale che si prestano perfettamente per questo tipo di occasioni. Se hai un costume intero nero, puoi pensare di abbinarlo a dei pantaloni bianchi e creare un look black and white dal tono classico ed elegante. Completa il tutto con degli accessori, o dei gioielli che diano un pò di luce e indossa un bel paio di decolletè.

Un altro look che può essere d’ispirazione per una serata elegante è quello di indossare il costume sotto un completo giacca e pantalone ottenendo un outfit formale ma d’effetto. 

Il costume per un look da giorno

Per un look più versatile adatto anche al giorno, hai tre possibilità. Vediamo quali.  

Costume e Bermuda La prima idea è quella di abbinare il costume a dei bermuda. Qui puoi giocare sia con i tessuti che con le scarpe, preferendo infatti un bermuda in cotone otterrai sicuramente un look più sportivo al quale potrai abbinare delle sneakers o dei sandali bassi; scegliendo invece un bermuda in un tessuto fine, come il lino, potrai creare un look più elegante. Valuta l’idea di aggiungere un blazer e un sandalo gioiello. 

Costume e Shorts Nel caso in cui decidessi di abbinare il costume ad un paio di shorts, invece, avrai un look molto sportivo più adatto ad una passeggiata diurna sul lungomare o ad un aperitivo in spiaggia al tramonto. Un’idea potrebbe essere quella di indossare anche una camicetta da tenera semiaperta o aperta appositamente per far intravedere il bikini. Per le scarpe opta per un paio di sandaletti bassi o un paio di sneakers a seconda di dove farai il tuo aperitivo. 

Costume e Gonna  Un costume intero può essere ovviamente abbinato anche ad una gonna sia lunga che corta. Le gonne lunghe sono un capo versatile che si adattano a diverse situazioni. In base al tessuto della gonna potrai creare diversi abbinamenti. 

Se indossi una gonna lunga a vita alta, per esempio, potresti anche pensare di sostituire il costume intero con il reggiseno di un bikini per alleggerire il look; se invece la gonna è corta, allora il costume intero sarà la combinazione perfetta. Gioca con le fantasie delle gonne ed i colori dei bikini. 

Look da città: quando il costume diventa un body

Con le giuste attenzioni, il costume può essere utilizzato anche in città. Un’idea è quella di abbinarlo ad un bel paio di jeans e completare il tutto con un blazer a maniche lunghe. Così potrai sfruttare i tuoi costumi anche per gli outfit di tutti i giorni trasformandoli in degli splendidi body come quelli di Sand Bikini. In questo caso scarpe alte o basse non ha importanza, scegli quelle che preferisci e che ti fanno sentire più a tuo agio.

Non ti resta che sperimentare, farti trascinare da questa nuova tendenza ed essere complice nello sdoganare il mito del costume che si indossa solo in spiaggia.    

Bere il caffè in maniera corretta: le tre regole del galateo

Il caffè non è un’abitudine, nè una semplice bevanda ma è un rito da gustare, un’arte da assaporare, un piacere da godere fino in fondo. Soprattutto in Italia, da sempre considerata la culla non di nascita ma di adozione del caffè, il piacere di questa bevanda stimolante è una gioiosa routine da non poter mai abbandonare, soprattutto al mattino. Clicca qui per saperne di più. La stragrande maggioranza delle persone che devono prepararsi ad affrontare lunghe e stressanti giornate lavorative, scandite da innumerevoli impegni, non posso rinunciare mai e poi mai al caffè della mattina.

Amato soprattutto per il suo aroma decisamente unico ma anche per il variegato ventaglio di sapori. Ormai le migliori aziende di torrefazione stanno offrono diverse tipologie di caffè per accontentare davvero tutti i palati e tutti i gusti.

Ma proprio perchè bere caffè è un’arte, c’è un galateo che deve essere rispettato.

Il Galateo del caffè: tre regole da non dimenticare

Per una bevanda così importante è bene sempre sapersi rapportare con il rispetto e con l’eleganza che certi “veterani”, in questo caso di gusto e sapori, meritano. Per questo conoscere le buone maniere è importante per gustare fino in fondo il piacere dell’oro verde.

Ovviamente la lista del bon ton è abbastanza lunga, ma riassumiamo il tutto in 3 importanti regole che devi imparare e applicare sempre perchè sono alla base di tutto. E ricordati chi impara a gustare nella pratica bene il caffè riuscirà a gustarlo davvero bene nella sostanza! 

Vediamo quali sono le tre regole fondamentali che non puoi trascurare:

1 Acqua quando?

Il dramma di molti cultori del caffè è quello di non sapere quando bere l’acqua. Questo succede perchè molti bar(ma non tutti) offrono insieme alla tazzina di caffè anche un bel bicchiere d’acqua. Quindi sorge il dubbio, quando va bevuto questo bicchiere d’acqua? Prima? Dopo? Durante? Mai?

Per prima cosa, spieghiamo subito che, chi beve il bicchiere d’acqua dopo aver gustato un buon caffè, in maniera indiretta sta disprezzato l’aroma di questa bevanda, togliendo con l’acqua ogni suo residuo. Per questo, è ora chiaro, che il bicchiere di caffè va bevuto sempre e solo prima, per prepare le papille gustative al piacere del caffè.

2 E il mignolo dove lo metto?

Non utilizzare il mignolo come un’antenna. Il galateo non prevede nessun dito fuori posto. La tazzina si prende utilizzando il pollice e l’indice e anche se il mignolo vuole imporsi dall’alto della mano, ricordati di tenerlo fermo e a bada. Quindi tutti quelli che pensavano che un gesto del genere potesse risultare chic o aristocratico si sbagliavano di grosso. Il galateo del caffè lo vieta categoricamente.

3 Caffè dalla tazza al “bordo”

Vuoi essere davvero perfetto nel bere il caffè? E allora giocati la carta vincente e aiutati con il cucchiaino a bagnare il bordo della tazzina prima di assaporare il tuo caffè. In questo modo otterrai un gusto intenso, potrai attenuare il bollore della tazzina in ceramica e dimostrerai di essere un grande intenditore o una grande intenditrice di caffè.

Una cena perfetta

Hai degli ospiti a cena ma non sai cosa preparare?

Non preoccuparti ti daremo noi dei consigli.

Continua a leggere questo articolo, così farai un figurone; preparando una perfetta cena estiva dagli antipasti fino a il caffè italiano.

La calura estiva ovviamente prevede del cibo diverso rispetto a quello che si mangia durante l’inverno, i quanto in estate è meglio evitare piatti troppo caldi.

Per prima cosa pensiamo agli antipasti, o meglio, più che antipasti una sorta di aperitivo da fare in piedi, così da evitare di far stare gli ospiti troppo seduti.

Visto che si tratta di un antipasto in piedi potresti puntare a realizzare un pò di cose sfiziose come, ad esempio, degli spiedini freddi composti da mozzarelline piccole e dei pomodori tagliati a metà.

Poi potresti preparare delle tartine: un tipo con una fettina di prosciutto, della mayonese e una fettina di lattuga; un altro tipo con del cheddar e una fettina di salame.

Inoltre, non dimenticare patatine, salatini, olive e vari stuzzichini.

Ti consigliamo di non esagerare con l’antipasto, altrimenti i tuoi ospiti potrebbero mangiare troppo e non aver più fame per le altre portate; quindi, non fare un antipasto/aperitivo troppo pieno di cibo!

Adesso passiamo ai primi piatti: punta sul semplice e veloce, quindi o insalata di riso o pasta fredda.

Effettivamente, l’insalata di riso è un piatto che tutti preparano a casa, quindi potresti optare per la pasta fredda.

Puoi preparare così la tua pasta fredda: utilizza una pasta corta, magari a rotelline, e condiscila con dei pomodorini, un filo d’olio e delle olive nere. E’ sempre meglio non esagerare con i condimenti.

Per il secondo potresti pensare ad una grigliata di carne o di pesce; magari, prima di decidere per la carne o per il pesce, potresti fare un sondaggio tra i tuoi ospiti e capire cosa preferirebbero tra i due.

Ovviamente, cerca di avere sempre un occhio di riguardo per i vegetariani o i vegani, per loro pensa a delle verdure grigliate, da preparare prima della carne o del pesce così che le verdure non entrino in contatto nè con la carne e nè con il pesce.

Se invece vuoi evitare sia il primo che il secondo, potresti pensare ad una cena a base di pizza.

In questo caso dovrai pensare a più tipologie di pizze, cioè condite con prodotti diversi cosa da far assaggiare gusti differenti. Puoi valutare questa opzione se hai un forno grande o, magari, un forno a legna in terrazza o nel giardino.

A fine cena è ‘obbligatoria’ la frutta; potresti preparare, già nel pomeriggio, una macedonia di frutta fresca così da servirla comodamente nelle coppette ai tuoi ospiti.

Ovviamente, non può mancare il dolce; visto il caldo delle sere estive, cosa c’è di meglio del gelato?

Potresti prendere delle vaschette con gusti differenti, oppure dei gelati confezionati diversi tra loro.

E per finire, un bel caffè italiano accompagnato da vari amari e digestivi. 

Come fare un bagno rilassante

Ogni giorno è giusto concedersi dei piccoli ‘lussi’ e coccolarsi un pò.

La sera, quando si rientra a casa dopo una lunga giornata fuori, non c’è nulla di meglio di un bel bagno rilassante.

Il bagno, infatti, è un rituale capace di lavare via lo stress e tutte le preoccupazioni di cui ci siamo fatti carico durante la giornata.

Ma come organizzare un bel bagno rilassante?

Per prima cosa devi avere una vasca da bagno. Se hai la doccia nella tua stanza da bagno, potresti pensare di sostituirla con una bella vasca da bagno, magari una di quelle freestanding, come quelle in vendita sulla shop online Idroclic.it.

La vasca centro stanza è davvero affascinante, è capace di rendere la tua stanza da bagno ancora più bella; ovviamente, il tipo di vasca da bagno su cui optare è una scelta molto personale.

Comunque, torniamo a parlare dell’organizzazione di un bagno rilassante.

Per prima cosa, la tua stanza da bagno deve essere molto pulita; può sembrare banale ma  non lo è, un ambiente pulito ed igienizzato aiuta a rilassarsi.

Quindi, dopo esserti assicurata/o che il bagno sia pulito devi pensare all’atmosfera.

Cosa ti rilassa più di tutto? Molte persone, ad esempio, trovano le candele profumate uno strumento in grado di fornire molto relax; se anche tu ami le candele profumate, allora acquistane tre o quattro e mettile nei punti della tua stanza da bagno che vuoi che vengano illuminati, ovviamente evita di posizionarle in punti pericolosi in cui si potrebbe rischiare di appiccare un incendio.

La sola luce delle candele, però, non basta; ovviamente, accendere il lampadario, magari dotato di una lampadina che emana una forte illuminazione, non è una buona idea, se hai una piantana oppure una lampada in casa inseriscila nel tuo bagno ed usala come illuminazione per i momenti di relax.

Poi, se ami la musica, scegli la tipologia di canzoni o di brani che vuoi ascoltare; puoi farlo anche usando direttamente il tuo smartphone, non hai bisogno di una radio.

Accanto alla tua vasca posiziona tutto ciò che ti serve: una bottiglia di acqua oppure una tisana calda, da sorseggiare durante il bagno.

Non dimenticare di poggiare il tuo accappatoio accanto alla vasca da bagno, magari porta una sedia o uno sgabello in bagno così da appoggiare lì tutto ciò che ti serve.

Se hai un tappeto antiscivolo mettilo accanto alla vasca, così da poter poggiare lì i piedi appena esci fuori, altrimenti utilizza le tue ciabatte.

Adesso è arrivato il momento di organizzare la vasca: fai scorrere l’acqua e portala ad una temperatura che non sia eccessivamente calda, mentre fai scorrere l’acqua inserisci al suo interno:

  • un cucchiaio di bicarbonato di sodio: esfolierà la pella in maniera delicata e naturale durante il tuo bagno
  • dieci gocce di olio di calendula: calmerà la pelle da qualunque tipo di irritazione
  • il tuo bagnoschiuma preferito: è bello fare il bagno avvolti/e dalla schiuma

Stai nella vasca per 15 o 20 minuti al massimo, non di più.

Uscita dalla vasca tampona il tuo corpo con un piccolo asciugamano, poi spargi la crema (idratante o nutritiva) su di esso e fatti avvolgere dal tuo accappatoio.

Fai due o massimo tre bagni a settimana, la tua mente ed il tuo corpo ti ringrazieranno.

Camicia: capo must have nel guardaroba femminile

La camicia è, come si suol dire, un must have; cioè, un capo d’abbigliamento indispensabile, di cui proprio non si può fare a meno.

Questo vale non solo per l’uomo ma, anche, per la donna.

La camicia è un capo di cui un guardaroba femminile che si rispetti deve essere dotato, assolutamente!

Se una donna decide di acquistare della camicie dal taglio e dai colori classici, allora deve sceglierle di qualità; così da poterle utilizzare per molti anni. Se sei in cerca di camicie dal taglio e dalla manifattura sartoriale, che abbiano una perfetta vestibilità e siano realizzate con i migliori tessuti, visita il sito online Finamore.

Sul sito e-commerce del brand Finamore è possibile scegliere tra molte camicie da donna: si parte dalla classica camicia bianca o da quella azzurra, passando dalle fantasie a righe o a quadri, fino ad arrivare alle camicie monocolore caratterizzate dalle tinte di stagione.

Per le donne di classe, inoltre, sono disponibili anche delle camicie caftano: si tratta di capi dallo stile semplice, ma veramente eleganti. Il caftano, infatti, non è un capo adatto a tutte; solo le donne dotate di una classe innata possono indossare un caftano.

Inoltre, sullo shop online di Finamore è possibile trovare anche delle ottime camicie da donna in sconto!

In questo articolo, ti daremo dei consigli sulla scelta dei tessuti e della tipologia di camicia che puoi scegliere.

Per far sì che una camicia sia perfetta da indossare dodici mesi all’anno, come abbiamo suggerito prima, deve essere di qualità: il tessuto con cui viene realizzata fa la differenza.

Il cotone, ad esempio, è un tessuto che va bene in ogni stagione: durante la primavera e l’estate si può tranquillamente indossare, proprio perché essendo un tessuto naturale è perfetto a contatto con la pelle; ma anche durante l’inverno e l’autunno, poiché si rivela sempre un ottimo tessuto anche indossando sopra di esso dei capi più pesanti.

In alternativa al cotone, specialmente durante l’estate, si può optare per una camicia il lino: un tessuto estremamente chic, fresco e naturale. Il lino, però, ha un unico difetto: tende a stropicciarsi facilmente; anche se, molte persone lo scelgono proprio per questo motivo perché i capi poco stirati fanno molto ‘radical chic’.

La camicia, come abbiamo detto prima, è un capo altamente versatile, la si può indossare e adattare ad ogni stile o situazione.

Ad esempio, la camicia è perfetta con i jeans, ma allo stesso tempo sta benissimo con il tailleur, oppure con una gonna, volendo si può anche osare con short e bikers.

Molte persone indossano anche la camicia d’estate al mare, come copricostume.

Scendere sulla spiaggia o fare aperitivo al lido con indosso la camicia è davvero très chic.

Come hai potuto capire la camicia è un capo a cui non devi assolutamente rinunciare.

Inizia acquistando le camicie classiche, in bianco e in azzurro, e poi arricchisci il tuo guardaroba inserendo, a poco a poco, camicie diverse.

Avere tante camicie differenti ti permetterà di creare tanti outfit ricchi di stile, attuali e sempre di tendenza.

Il monitor del pc

Sai cos’è un monitor per pc ed a cosa serve?

Se la risposta è no, prima di proseguire nella lettura di questo articolo, allora vai a vedere di cosa si tratta sullo shop online Haxteel.eu

Ora che hai visto cos’è un monitor, continuare a leggere questo articolo, siamo certi, ti sembrerà più facile perché saprai con certezza di cosa stiamo parlando.

Il monitor è quello che, in maniera più facile e veloce, definiamo lo ‘schermo’ del personal computer.

Chi possiede un pc assemblato, cioè composto da più pezzi (quindi, non un pezzo unico) ha necessariamente un monitor separato dalle altre componenti. Il monitor, in questo tipo di personal computer, sembra quasi essere un televisore: ha la stessa forma, ovviamente, e spesso e volentieri la stessa dimensione.

Effettivamente, chi decide di acquistare un monitor piuttosto grande (quindi, da più pollici) sempre più spesso, si trova ad utilizzarlo come se fosse un televisore; anzi, spesso e volentieri si rivela essere meglio di una smart tv.

I monitor da pc sono, certamente, migliori rispetto ad una tv per navigare sul web e sono, sicuramente, molto più ‘smart’ in quanto si tratta di un dispositivo nato per essere utilizzato proprio per navigare sul web, oltre che per utilizzare tutti i programmi tipici di un personal computer.

Ma non solo, se sei una persona appassionata di gaming non puoi non avere un monitor da pc grande, che ti permette di giocare godendoti al meglio tutte le scenografie del tuo gioco preferito.

Per giocare ai tuoi giochi preferiti, infatti, non è necessario avere per forza un pc gaming ma basta avere un pc con una elevata velocità ed un monitor che permette di giocare al meglio.

Sullo shop online Haxteel.eu sono disponibili molti tipi di monitor, tra cui quelli touch screen, che possono essere usati senza tastiera e mouse proprio perché, come uno smartphone, i comandi appaiono direttamente sullo schermo.

Ma la cosa più divertente è che, visto che si tratta di un monitor e non di un televisore, si possono fare un sacco di cose divertenti: ad esempio, si potrebbe usare un programma di grafica e modificare le immagini, magari utilizzando il touch screen con un pennino così sembrerà di disegnare su un foglio; oppure, si possono scorrere tutte le foto contenute nella memoria del pc e, magari, per scherzo modificarle e poi inviarle alla persona ritratta con noi nella foto.

A noi sembra che investire nell’acquisto di un monitor, magari anche al posto di un televisore ‘normale’ o di una smart tv, è molto più conveniente; nell’articolo abbiamo inviato solo alcuni dei motivi per cui un monitor è la scelta migliore.

Se sei indeciso/a ma devi acquistare un monitor o un televisore, la cosa migliore è stilare una lista dei pro e dei contro per capire cosa è più conveniente per te.

E non dimenticare di dare un’occhiata allo shop online Haxteel.eu, dove sono in vendita tanti monitor delle migliori marche a prezzi molto competitivi. 

Come arredare una nuova casa

Hai comprato una nuova casa e devi arredarla?

Hai deciso di sposarti o convivere con la persona che ami e dovete arredare il vostro nido d’amore?

Vuoi rinnovare la tua casa ma non sai come fare?

Per arredare la tua abitazione o darle un’aria nuova, dopo aver fatto lavori strutturali ed aver acquistato i mobili, vai sullo shop online di Pescatore Home & Living per acquistare i dettagli che fanno la differenza e che sono capaci di far diventare la tua casa il tuo rifugio preferito nel mondo.

In questo articolo ti daremo dei consigli per rendere la tua abitazione bellissima, se ti interessa continua a leggere.

La prima stanza da cui partire è la camera da letto. La stanza in cui dormi non deve per forza essere arredata con mobili costosi o pregiati, basta anche un mobilio semplice e basico, così si potrà giocare sugli accessori da stanza per renderla unica. In ogni camera da letto, anzi in ogni stanza, è necessario inserire una tenda d’arredamento per coprire il balcone o la finestra, sia per una questione di privacy, che per proteggere dagli spifferi freddi dell’inverno o dal caldo estivo troppo forte. Dopo aver scelto la tenda, bisogna pensare a come rendere bellissimo il letto. Bisogna acquistare almeno tre completi di lenzuola per il letto, di cui uno di flanella da utilizzare durante la stagione fredda, gli altri due completi di lenzuola è consigliabile acquistarli in cotone in quanto si tratta di un tessuto naturale che non arreca danni alla pelle quando vi si entra in contatto; se possibile, è consigliato anche acquistare uno o due completi di copripiumino con lenzuolo di sotto e federe, così che la mattina quando si ha fretta permettono di aggiustare velocemente il letto. Dopo aver pensato alle lenzuola, bisogna pensare alla trapunta invernale, al trapuntino da utilizzare in primavera, ed al copriletto da usare durante l’estate. Acquistare la trapunta, il trapuntino e il copriletto è un momento importante in quanto questi tre oggetti permettono di cambiare look al letto e arredare la stanza; il letto è il primo mobile che viene all’occhio quando si entra in una camera da letto, quindi è fondamentale aggiustarlo con prodotti di qualità e belli a livello estetico.

Dopo aver pensato alla camera da letto è la volta del soggiorno. Il soggiorno è la stanza relax per eccellenza della casa, quindi bisogna far sì che sia confortevole, calda ed accogliente. Il divano si può coprire con un copridivano per proteggerlo e mantenerlo nuovo, se si tratta di un divano nuovo; se, invece, si tratta di un divano un po’ vecchio, il copridivano potrebbe essere utile per dargli un nuovo look e renderlo come nuovo.

Inoltre, sul divano durante l’inverno, si può appoggiare una coperta in lana o pile da utilizzare quando fa più freddo e ci si vuole rilassare sul divano ma che, allo stesso tempo, rappresenta un dettaglio estremamente chic.

Per rendere il divano ancora più particolare si possono mettere dei cuscini d’arredamento sopra di esso. Inoltre, sempre nel soggiorno si consiglia di inserire un tappeto che è un dettaglio che rende la stanza più ricca ed accogliente.

Nel prossimo articolo ti daremo dei consigli su come arredare altre stanze della casa, nel frattempo acquista i prodotti che ti abbiamo consigliato sullo shop online di Pescatore Home & Living.

“SEO per e-commerce” è la guida perfetta per chi vuole diventare un SEO specialist

Sei giovane e devi capire cosa vuoi fare, a livello lavorativo, della tua vita?

Ti affascinano molto i lavori che si fanno sul web?

Se la risposta è si, allora dovresti, seriamente, valutare di diventare un SEO specialist, per sapere come fare clicca qui.

Fare il SEO specialist non è affatto facile, ma neppure impossibile! Sono necessari, però, tanto impegno e dedizione.

Ma cosa bisogna fare per diventare un SEO specialist?

Se non lo sai, allora, devi assolutamente leggere il libro “SEO per e-commerce” di Ivan Cutolo.

Chi è Ivan Cutolo?

Ivan Cutolo è uno dei più quotati SEO specialist italiani, inoltre è un consulente e-commerce, oltre ad essere founder insieme ad Antonella Apicella della web agency SEOchef.

Nel libro “SEO per e-commerce”, Ivan Cutolo racconta la sua esperienza professionale; narra le sue vicende sin da quando era un adolescente con la passione per i computer che, nel corso degli anni, ha lavorato tanto fino a creare un e-commerce per vendere i prodotti dell’azienda di famiglia, cioè una tipografia. Grazie allo shop online realizzato per la tipografia di famiglia, non solo ha fatto aumentare a dismisura le conversioni, e quindi il fatturato, dell’azienda ma si è anche piazzato al secondo posto del concorso “Premio www del Sole 24 Ore”.

Questo è stato il trampolino di lancio verso una carriera costellata di successi.

Dopo poco, Ivan Cutolo ha creato la web agency SEOchef con Antonella Apicella, web strategies nonché anche moglie di Ivan Cutolo.

La web agency SEOchef conta clienti sparsi in tutta Italia, in vari mercati e settori, che si fanno guidare da Ivan Cutolo nella scalata alla SERP di Google.

Il successo di tanti shop online è dovuto al metodo applicato da Ivan Cutolo, un metodo testato in tanti anni di esperienza e risultato vincente. Tutto questo viene raccontato da Ivan Cutolo nel libro “SEO per e-commerce”.

Come dice Ivan Cutolo la “La SEO è fatica e sudore, se non stai facendo fatica, se non stai sudando per il tuo progetto, probabilmente non è SEO”; ed è proprio la verità!

La SEO non è facile ma la si può fare, se ci si impegna davvero tanto!

Se vuoi davvero diventare un SEO specialist di successo, allora devi assolutamente leggere il libro “SEO per e-commerce” di Ivan Cutolo; pagina dopo pagina, Ivan Cutolo ti guiderà e ti farà capire tutto ciò che si deve fare e tutto quello che non si deve fare.

Capirai non solo come si diventa SEO specialist, ma anche tutte le tecniche per portare un e-commerce al successo.

Cosa aspetti?

Acquista subito il libro “SEO per e-commerce” di Ivan Cutolo.

Inizia subito a creare la tua carriera nel mondo del web!